Una ventina di occasioni per dire no alla violenza di genere con la rassegna “Una società per relazioni”

31/10/2016

 

In occasione della giornata internazionale dedicata alla eliminazione della violenza alle donne, 25 novembre, vari luoghi della città e del forese, ospiteranno una ventina di appuntamenti fra arte, cinema, letteratura e teatro per promuovere la cultura del rispetto e dei diritti delle donne, dal 5 novembre all'11 dicembre.
Momenti di approfondimento sui temi delle relazioni e dei generi sono previsti nelle scuole superiori, così come negli incontri pubblici con la presenza di esperti in ambito giuridico e sociologico.
"Questa rassegna, accanto alle finalità che si prefigge di raggiungere, è frutto di una esperienza di grande coinvolgimento della città e del forese - afferma l'assessora alle politiche e cultura di genere Ouidad Bakkali - . Sono una ventina le associazioni, da quelle femminili a quelle che vedono gli uomini in prima fila nel contrasto alla violenza alle donne, che a vario titolo hanno aderito proponendo eventi; una quarantina i negozi che insieme con le loro associazioni di categoria hanno contribuito a sostenere le spese delle iniziative e a partecipare ad alcuni eventi; 500 gli studenti che parteciperanno agli appuntamenti organizzati nelle loro scuole.
Ci sono tutte le premesse, i nomi giusti e le sorprese affinché i valori del rispetto e del dialogo fra uomini e donne vengano diffusi tra la gente grazie ai diversi linguaggi che caratterizzano le singole iniziative: dal cinema ai laboratori per uomini, da figure come Maria Rita Parsi, Lea Melandri e Alessandro Bellassai, alle rappresentazioni teatrali. Non nascondo la mia soddisfazione dettata soprattutto dal fatto che, già in partenza, centinaia e centinaia di persone dando il loro contributo a questa rassegna ne favoriscano la riuscita. Colgo l'occasione per ringraziarli".
Il 5 novembre, con l'inaugurazione della mostra di manifesti delle campagne pubblicitarie allestita nella Casa delle donne di via Maggiore 120 dal titolo "Il mondo contro la violenza sulle donne" prende il via la rassegna "Una società per le relazioni. Strade alternative alla violenza".
La mostra aprirà alle 18 alla presenza dell'assessora alle politiche e cultura di genere Ouidad Bakkali, e sarà visibile fino al 15 novembre nei seguenti orari: lunedì e mercoledì 15-18; martedì giovedì venerdì 9,30-12.
Gli eventi in rassegna sono a cura del Comune, assessorato alle politiche e cultura di genere, in collaborazione con realtà cittadine.
Nel primo week end di novembre è previsto un altro appuntamento: domenica 6 novembre alle 21 al ristorante "I passatelli" in via ponte marino,19 si svolgerà un reading teatrale tratto dalla pièce "Due partite" di Cristina Comencini con l'accompagnamento del trio canoro delle cherry notes da una proposta del collettivo le giuliette.
Le iniziative di sensibilizzazione al tema della violenza si rivolgono anche agli studenti, in questo caso a quelli dell' Ites Ginanni che mercoledì 9 novembre alle 14.40 potranno assistere a un incontro pubblico sul tema "Storie adolescenza e linguaggi per una didattica di genere".
Venerdi' 11 novembre sarà il Mama's club via san Mama,75, alle 21.30, ad ospitare la giornalista e scrittrice Giuliana Sgrena che presenterà il suo libro "Dio odia le donne" coadiuvata dalla giornalista Carla Baroncelli
L'arte e la musica saranno il filo conduttore dell'appuntamento di sabato 12 novembre al parco 8 marzo via Viganò a Porto Fuori, dove, alle 15 verrà inaugurata l'opera murale dell' illustratrice Valeria Colonnella in collaborazione con Federica Simonetti. E' prevista la performance di lettura scenica con Anita Guardigli e l'accompagnamento musicale dal vivo di Daniela Peroni. Parteciperanno le assessore Ouidad Bakkali e Valentina Morigi
Domenica 13 novembre si torna in città, alla Casa delle donne, per una mattinata dedicata ai bambini e alle bambine, dalle 10, nella biblioteca di Sofia per giocare al gioco del rispetto.
Sempre la casa delle donne ospiterà martedì 15 novembre alle 21 " La notte degli spot"
video-proiezione di spot e video dal mondo contro la violenza sulle donne e gli stereotipi di genere
Mercoledì 16 novembre al caffè letterario di via Diaz, 26 verrà inaugurata alle 18 la mostra fotografica "Quello che le donne non mostrano" di di Cinzia Fabbri.
"Violenza di genere: lo stato dell'arte dal punto di vista giuridico e sociale" è il tema del convegno in programma giovedì 17 novembre alle 17.30 a sala D'Attorre via Ponte Marino, 2. Sotto la conduzione del giornalista Nevio Galeati si alterneranno interventi di avvocate e sociologhe.
Una mostra itinerante per le vie della città partirà il 18 novembre per terminare il 30 con la finalità di far conoscere "il mondo contro la violenza sulle donne".
Sempre venerdì 18 alle 21 al Cisim di Lido Adriano, per il ciclo "Genere e generazioni" verrà proiettato il film "Diamante nero", di Céline Sciamma: un ritratto sincero di aspettative, bisogni ed errori di un gruppo di ragazze di origine africana nella banlieu parigina; seguirà l'incontro pubblico con Ouidad Bakkali assessora alle politiche e cultura di genere, Fatou Boro Lo, presidente dell'associazione A.S.R.A. e Meho Sulemanski del gruppo giovanile generazioni in movimento. Sabato 19 sempre al Cisim, dalle 10 proiezione e lettura di libri illustrati per bambine e bambine e laboratorio leggere per creare con l'utilizzo di materiale di recupero.
"Tra potere e libertà: alle radici della violenza" è il titolo del progetto che verrà presentato sabato 19 novembre alle 10 nell'aula magna dell'Istituto Callegari via Umago, 18. Una occasione di confronto sulle "Maschere del maschilismo. Il genere maschile fra tradizione e modernità" con Sandro Bellassai di associazione FMP; seguirà un laboratorio di prevenzione della violenza di genere tra le classi a cura di psicologhe e con Giorgio Palazzi Rossi. La stessa iniziativa con Sandro Bellassai "Maschere del maschilismo. Il genere maschile fra tradizione e modernità" verrà riproposta nel pomeriggio alle 16.30 nella sala D'Attorre di Casa Melandri via Ponte Marino,2.
Concluderà il programma di sabato il laboratorio sulle dinamiche di potere fra i generi e la presentazione dei corsi psico educativi rivolti a donne che desiderano acquisire consapevolezza di ciò che sta dietro le dinamiche domestiche, alle 19 in via G.Garatoni,1; seguirà alle 21 un incontro sul tema “I sentimenti degli uomini” rivolto a uomini che vogliono esplorare le proprie emozioni , “migliorare le modalità affettive” rivolto alle coppie.
Gli appuntamenti proseguiranno fino all'11 dicembre. Si segnala il 25 novembre al Mama's club via san mama,75 alle ore 21,30 "Ravenna-ritratti di donne tra passato e presente", un concerto a più corpi a cura di Mariella Busi De Logu; Gianluigi Tartaull, voce narrante, Federica Maglioni, suoni, Selina Bassini, collaborazione alla regia, Monica Marcucci, Paola Barbaro, Cristiana Zama, azioni coreografiche, Letizia Tozzi,opera in ceramica
Queste le associazioni e i soggetti privati che hanno organizzato le iniziative insieme con il Comune: Femminile Maschile Plurale; Muoviti Sportello di ascolto per uomini maltrattanti gestito da Coop Libra, Coop Libra per Cisim e Informadonna di Lido Adriano; Linea Rosa; Puc Psicologia urbana creativa; Femminile Maschile Plurale; Udi; Liberedonne/Casa Delle Donne; Soroptimist; Fidapa; Asja Lacis; Scuola Promotrice Di Salute e Cnai nucleo Infermieri Ravenna; Cittattiva; Villaggio Globale; Danzarte; Quelli Della Recita; Comitato 8 Marzo Donne di Porto Fuori; Mama's; Ravegnana Radio
Le scuole coinvolte: Liceo Classico Dante Alighieri, Liceo Artistico Nervi; Istituto Callegari, Istituto Ites Ginanni, Scuola Elementare Cavina di Porto Fuori;
I luoghi che ospiteranno le iniziative:
Parco 8 marzo di Porto fuori con un murale dedicato al tema
i negozi
le sedi comunali
le biblioteche
giardini Speyer
Darsena

Please reload

Direttore responsabile Paolo Gentili

Aut.Trib. Ravenna n.1451/2019

© 2019  Millemedia8 per la comunicazione